Gymnastics

Flexx-Gym

 

 

 

 

 

 

 

FLEXX-GYM,

Flessibilità e Forza

Intro ♫   Diana Pequeno                 – Blowing in the wind

“La musica è per l’anima quello che la ginnastica è per il corpo.” Platone

 

Quanti di noi giornalmente lamentano dolori articolari, tensioni muscolari, sofferenze diffuse e difficilmente individuabili in uno specifico punto?

Ed altrettanti quanti,  sono quelli che decidono di seguire un programma di allenamento specifico senza magari ottenere tutto il beneficio auspicato?

La risposta è nel vento, diceva Bob in una delle sue più famose canzoni contro la guerra, ma qui anche se non è di guerra che vogliamo parlare, dovremmo pensare allo stesso modo che l’attacco ai malanni della prima riga debba essere “sferrato” su tutti i fronti.

Non ci sono palestre e/o istruttori più o meno bravi, ognuno offre ciò che di meglio ha, la variabile è invece l’utente,  colui che ha il problema e che è diverso da tutti gli altri utenti per costituzione fisica, per vissuto, per abitudini, per volontà e per desideri.

 

Come non esiste una “pastiglietta universale” per curare tutti i mal di testa (attenzione, ho ”scritto” curare e non sopire i sintomi, che è cosa ben diversa), non esiste la “ginnastica perfetta”, quella che sistema tutti i dolori e le posture.

Ecco perché chiamo la mia ginnastica “Flexx”,  flessibile e con doppia valenza.

La prima in riferimento al principio generale e generico di operare un movimento di tutto il corpo tale da tonificare i muscoli, allungare i legamenti e le fibre e, mobilizzare le articolazioni senza strappi, ne scatti, ne sforzi ma con azioni lente, graduali e piacevoli secondo i  migliori principi di Feldenkrais , Alexander, Anderson, Discipline orientali, ecc.

Volendo creare un immagine mi piace pensare al giunco che si piega dolcemente all’azione altalenante del vento, senza soffrire di stress ed anzi entrando in totale sintonia col vento stesso e l’ambiente che lo circonda.

La seconda invece la intendo come la capacità di adattare i movimenti al singolo imparando a conoscerne la propensione, la disponibilità,  il piacere ed il divertimento.

Durante la Flexx-gym non si salta, non si scatta e non si corre, si raggiungono delle posizioni statiche o dinamiche in un modo graduale e piacevole e le si tengono per i tempi ritenuti necessari al raggiungimento dell’obiettivo e durante i quali si può anche interagire in modo verbale, domandando, spiegando e perché no, sorridendo e conversando senza peraltro perdere l’attenzione sul principio base del lavoro in corso.

 

In tal modo, oltre a “smuovere la ruggine” dalla nostra stupenda macchina, troppo compressa da una vita moderna innaturale e snaturata, si tiene la “mente” concentrata sulle due azioni fondamentali, quella fisica e quella di interazione col gruppo, permettendole di estraniarsi per un ora da quella stritolante ed usurante routine quotidiana fatta di obblighi, impegni, doveri ed imposizioni.

Insomma alla fine dell’ora di Flexx-gym ci si sente riposati e distesi sia nei muscoli che nella mente; beninteso l’utente deve essere ben disposto a questo approccio, perché se deve scappare perché scade il parcheggio o deve mettere la cena sul fuoco o deve arrivare in tempo ad un successivo ennesimo appuntamento, sicuramente non riuscirà a beneficiare dei principi basilari di questo metodo.

Allo stesso modo non si fraintenda nell’immaginare una seduta senza fatica, perché istruendo l’utente a sentire i propri limiti in termini di allungamento e forza muscolare, in ogni azione ci si avvicinerà sempre a questi  limiti senza peraltro mai superarli e quindi  senza rischi ne sofferenze, tanto da poter praticare la Flexx-gym a tutte le età  ed in tutti gli stadi di allenamento.

Per concludere, questa ginnastica agisce sullo stato fisico della persona, migliorandone la postura, lenendo i dolori muscolo-articolari ed i mal-di-schiena ad esempio, senza alcuna ambizione di stabilire record o prestazioni agonistiche e, creando nel contempo un clima relazionale rasserenante ed amichevole, funzionale anch’esso al benessere complessivo della persona.

“Non ho mai fatto alcun esercizio fisico eccetto dormire e riposare.”  Mark Twain

Coda ♫ TrE – Giua+Corsi – La culla di giunco

Autore articolo

Declaratoria obbligatoria per la legge italiana : quanto scritto in questo articolo è il sunto di opinioni, idee, esperienze e simili in linea con la Costituzione Italiana che sancisce la libertà di pensiero e di espressione delle proprie idee. I suddetti non sono consigli medici o terapie, per le quali, per legge, è necessario un medico laureato, abilitato e iscritto all’albo. Tali scritti non si pongono in conflitto con la medicina ufficiale ma anzi la integrano nella promozione del benessere globale della persona.

Si ringrazia www.anesidora.it come depositario della prima pubblicazione dell’articolo

 

Comments are closed.

Powered by: Wordpress